Aria di… Eurolega all’Allianz Dome: l’avversaria di turno si chiama AX Armani Exchange Milano, una vera e propria “corazzata” che è però reduce dalla sconfitta casalinga nel derby lombardo con Brescia (65 - 73 il finale). 

 

Allenati da Ettore Messina, un nome che di certo non ha bisogno di alcuna presentazione, i biancorossi meneghini hanno appena concluso un accordo con un “big” internazionale come Luis Scola: l’ala/pivot argentina, a trentanove anni, è diventato il secondo miglior marcatore nella storia dei Mondiali di Basket e, con i suoi 207 centimetri, è ancora oggi un trattato di tecnica e talento sotto le plance. 

 

In campionato, il miglior realizzatore è il “Chaco”, al secolo Sergio Rodriguez: play spagnolo di 191 cm e 33 anni, dopo le esperienze in NBA e con formazioni del calibro di Estudiantes e CSKA Mosca è approdato in Italia, a Milano, dove in due incontri ha prodotto 14.5 punti e 5 assist a partita, in soli 22 minuti di media. Non parte in quintetto, visto che al momento come regista titolare c’è Shelvin Mack (190 cm, 1990): 10.5 punti e 3 assist ad incontro per questo giocatore che ha alle spalle ben otto stagioni in NBA e, all’Università, è stato un protagonista con il college di Kentucky. 

 

Al loro fianco c’è Michael Roll (198 cm, 1987), americano con passaporto tunisino che ha disputato le ultime due stagioni al Maccabi Tel Aviv, vincendo due scudetti: 12 punti e 4 rimbalzi di media, con l’85.7% da due, sono i numeri di questo giocatore molto abile ad avvicinarsi a canestro. Il “3” è Riccardo Moraschini, orgoglio italiano classe 1991: dopo un’ottima stagione a Brindisi è approdato alle Scarpette Rosse, alle quali sta garantendo 7.5 punti e 3.5 rimbalzi di media, pur faticando al tiro (16.7% da tre, 66.7% ai liberi). 

 

Dentro l’area, in posizione di ala forte troviamo Jeff Brooks: è nel giro della Nazionale Italiana, visto il doppio passaporto, ed è un elemento che porta un contributo concreto, visti i 5 punti e 8 rimbalzi di media che fattura. Il “5” titolare è Kaleb Tarczewski, americano di 213 centimetri alla seconda stagione in biancorosso: finora ha collezionato 10 punti in 24.5 minuti, con 5 rimbalzi e 0.5 stoppate, tirando con il 77.8% da due ed il 100% ai liberi, cifre davvero notevoli per questo elemento che schiaccia praticamente sempre, quando è vicino a canestro. 

 

“Vlado” Micov non ha bisogno di troppe presentazioni: il talentuoso serbo è un’ala di 205 centimetri che sa muoversi come un playmaker e produce 9 punti in 20 minuti, con il 50% da due ed il 66.7% da tre. Il cambio dei lunghi è Paul Biligha, altro nazionale: non è altissimo, ma ha grande elevazione e potenza muscolare. A ventinove anni, ha raggiunto una certa qual maturazione, che gli permette di dare un contributo concreto (3 punti, 2.5 rimbalzi e 0.5 stoppate). In regia troviamo anche Andrea Cinciarini (9.5 minuti, 1.5 punti), che sa destreggiarsi nel ruolo di play vista anche la sua esperienza internazionale, mentre Amedeo Della Valle (’93, 195 cm) è più utile come guardia, visto il suo tiro ficcante. 

Le altre alternative dal “pino” sono il lungo Christian Burns (203 cm, 3 minuti di media) e Aaron White, ala di 206 centimetri che però finora non è mai andato a segno.

 

BIGLIETTERIA CHIUSA MERCOLEDÌ 2 OTTOBRE
BIGLIETTI PER MILANO: OGGI BIGLIETTERIA CHIUSA, VARIAZIONI SUGLI ORARI