Si è tenuta nella tarda mattinata di giovedì mattina, nella sala stampa dell’Allianz Dome, la conferenza stampa di presentazione dei progetti congiunti fra Pallacanestro Trieste e “SiAMO Trieste”. In presenza del Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, oltre ai rappresentanti del progetto “SiAMO Trieste” è anche intervenuto il Presidente di Pallacanestro Trieste, Gianluca Mauro, che ha aperto l’evento. 

 

“Inizio ricordando a tutti che siamo in Serie A - le parole del Presidente biancorosso - perché esistono un CDA e dei soci che si sono presi l’onere di portare avanti questa società nel massimo campionato. Poi, gli sponsor che ci hanno dato fiducia e ci hanno fatto raggiungere più di un milione in sponsorizzazioni; e infine, ovviamente, il nostro pubblico che con coraggio ed affetto ci segue. Questi sono i presupposti del progetto “SiAMO Trieste”, che deve essere supportato da tutti coloro che desiderano continuare a vedere Trieste nel massimo campionato”. 

 

A seguire, il Sindaco Roberto Dipiazza: “Sono anni straordinari e mando i miei saluti a Luigi Scavone, che ci ha regalato qualcosa di straordinario. Ora dobbiamo essere tutti uniti per il bene della nostra società, stiamo chiudendo il discorso dei servizi e finalmente avremo un palasport all’altezza. Ognuno deve muoversi, anche il Sindaco lo fa, per cercare di trovare degli imprenditori che capiscano il valore del progetto: la Pallacanestro Trieste è un capitale molto importante per tutta la città. Per quanto riguarda “SiAMO Trieste” voglio aggiungere che si tratta di una bellissima iniziativa, per la quale ringrazio chi si è impegnato a crearla, siamo qui per supportarvi”. 

 

La chiusura della conferenza è spettata poi ad Alessandro Martelli, in rappresentanza di “SiAMO Trieste”, che oltre a parlare degli aspetti tecnici del progetto, si è così espresso: “Sono passati quattro mesi e mezzo, il progetto è stato sviluppato grazie all’interesse di chi ci ha messo voglia, impegno e tanto tempo. L’obiettivo non è quello di sostituirsi a sponsor e società, ma di essere un “qualcosa in più” che possa aiutare: in quattro mesi, verseremo nelle casse societarie circa 35.000 euro, ma si può fare molto di più. Per questo, il gioco di squadra è fondamentale: tutti assieme dobbiamo credere in un progetto che può dare un gran supporto a Pallacanestro Trieste. Tutti dobbiamo esserne ambasciatori, diretti e indiretti, creando un modello di circolo virtuoso che sarebbe unico in Italia”.

 

IL PROSSIMO AVVERSARIO: GERMANI BRESCIA
LA SQUADRA SARA' "SVEVA TRIESTE" PER L'INCONTRO CON BRESCIA