All’Allianz Dome, nella giornata di domenica 26 (ore 17.30, diretta streaming su EuroSport Player), arriva una delle “big” del campionato LBA 2019/2020, ovvero l’AX Armani Exchange Milano. Quinta in classifica in campionato, con un bilancio di undici vittorie e sette sconfitte, la formazione allenata da Ettore Messina è storicamente uno dei club con il maggior blasone a livello cestistico, oltre alle competizioni internazionali. 

 

I lombardi hanno da poco inserito nel loro telaio anche Kiefer Sykes (playmaker, 1993), che in tre partite giocate ha finora prodotto 14.7 punti e 4.7 assist di media, confermandosi un ottimo acquisto da suddividere sia in campionato che in coppa. 

 

Complesso definire un quintetto “base” per l’Armani, che ha rotazioni molto ampie e praticamente la possibilità di schierare due squadre: punto fermo del team di Messina è il fuoriclasse Sergio Rodriguez, play di 191 centimetri classe ’86 che arriva dal CSKA Mosca. “El Chacho” viaggia a 13 punti e 4.9 assist in soli 23.3 minuti di media, mandando spesso segnali luccicanti in quanto a classe e giocate risolutive. Al suo fianco, finora, ha reso molto bene la guardia americana con passaporto tunisino Michael Roll (198 cm, 1987), che segna 8.9 punti in 21.5 minuti di media con il 55.6% da due ed il 43.6% nelle triple. 

 

L’ala piccola è Vladimir Micov, serbo di 201 centimetri che a 35 anni è nel pieno della maturità cestistica: il tatuato tuttofare veste la maglia dell’Olimpia dal 2017 ed il suo rendimento parla di 11.9 punti in 22.9 minuti, con il 40.7% dalla lunga distanza. Sa giocare in più ruoli e si rende utile anche portando palla contro i pariruolo meno abituati ad un costante “ball handling”. Al suo fianco, come ala forte, sua maestà Luis Scola: leggenda argentina classe 1980 che ha avuto dieci stagioni d’esperienza in NBA ed è arrivato dalla Cina. Fa qualsiasi cosa in campo, “mixa” ruvidezza a rimbalzo con grande concretezza vicino a canestro e sa anche tirare da fuori senza problemi: viene gestito alla grande da coach Messina (18.3 minuti a partita) e mette assieme numeri comunque di un certo livello, con 11 punti e 3 rimbalzi di media, tirando con il 59.1% da due ed il 58.8% nelle triple. Il lungo più costantemente impiegato in quintetto è Kaleb Tarczewski, che con i suoi 213 centimetri per 115 chilogrammi è una vera e propria presenza nel pitturato: centro vecchio stampo che non si allontana dall’area, ha 8.1 punti e 5.6 rimbalzi di media, con 1.3 schiacciate (65.8% da due per lui) e fisicamente è un avversario duro per tutti. 

 

Nel settore lunghi, ci sono poi anche Jeff Brooks (203 cm, 6.5 punti e 5.7 rimbalzi con il 59.1% da tre) e Paul Biligha ad essere molto utili: quest’ultimo è un giocatore che sfrutta al meglio i suoi due metri, visto che in 13.7 minuti ha 3.7 punti e 2.2 rimbalzi, oltre a 0.6 stoppate con il 58% da due. 

 

Nel parco esterni, con Moraschini infortunato (stiramento del gemello mediale della gamba sinistra per l’atleta classe ’91 ex Brindisi), c’è maggior spazio in campionato per Nemanja Nedovic: guardia di 191 centimetri classe ’91, ha grande capacità realizzativa ed intraprendenza, visto che in 19.9 minuti viaggia a 12 punti, 3 rimbalzi e 2.6 assist di media. Un altro giocatore utile nella rotazione degli esterni è Amedeo Della Valle, guardia di 194 centimetri che garantisce 4.8 punti ad allacciata di scarpe ed ha grande talento nelle mani. 

 

Completano le rotazioni un lungo di peso come il lituano Arturas Gudaitis (1993, 208 centimetri per 115 chili), che vale 7.6 punti e 4.6 rimbalzi in 14.8 minuti con il 63% da due ed il 73% in lunetta, il playmaker Andrea Cinciarini (2.7 punti in 11.9 minuti) ed il mezzo lungo Christian Burns, americano con passaporto italiano che ha 2.2 punti e 2.1 rimbalzi con il 60% da due in 6.7 minuti a partita, mentre Shelvin Mack e Aaron White hanno concluso anzitempo la loro avventura con la maglia dell’AX Armani Exchange, avendo risolto il contratto con la società meneghina.

 

NETTA SCONFITTA PER GLI UNDER 16 SILVER
UNDER 18 ECCELLENZA, IL CUORE NON BASTA: ALL'ALLIANZ DOME PASSA TRENTO