Trasferta in terra lombarda all’orizzonte, per l’Allianz Pallacanestro Trieste: i biancorossi di Eugenio Dalmasson, infatti, affronteranno l’AX Armani Exchange Milano domenica 31 (ore 17.00 - Diretta TV su Eurosport 2 e in streaming su Eurosport Player, oltre che in radio sulle frequenze di Radio Punto Zero Tre Venezie). 

Prima in classifica con 30 punti, frutto di un bilancio di quindici vittorie in sedici partite, la compagine di Ettore Messina è indiscutibilmente la regina del campionato potendo vantare ben otto di punti di margine rispetto alla seconda della classe, il Banco di Sardegna Sassari. 

 

Con impegni equamente suddivisi fra Campionato ed Eurolega, non è semplice inquadrare la “formazione tipo” dell’Olimpia Milano in regular season: gli unici due giocatori che sono partiti quasi sempre in quintetto come coppia di ali sono Jeff Brooks e Shavon Shields. Il primo, USA naturalizzato italiano, è un giocatore di 203 centimetri che da “4” fisico si è tramutato con il tempo in un’ala che sa anche tirare da fuori e produce 3.7 punti e 2.1 rimbalzi di media; Shields, invece, è un’ala di 201 centimetri classe ’94 che fa un pò di tutto e viaggia a 15.4 punti, 3.7 rimbalzi e 2.9 assist con il 67.9% da due, il 33.3% nelle triple e l’83.3% ai liberi in soli 25.5 minuti. Al centro dell’area troviamo i centimetri ed i chili di Kaleb Tarczewski (213 cm, 111 chili), classe ’93 da 7.9 punti e 6.1 rimbalzi in 17 minuti: schiaccia 1.2 volte a partita ed è un centro vecchio stampo, che occupa spazio nel pitturato e non si allontana dall’area. Come guardia c’è il nativo del Bronx Kevin Punter (193 cm, 1993), giocatore da 9.4 punti in 22 minuti con il 39.4% da tre, che fa compagnia a “sua maestà” Sergio Rodriguez, playmaker spagnolo con esperienza in NBA e doti tecniche indiscutibili. Per lui, al momento, ci sono 10.9 punti in 21 minuti, con 6.3 assist ed un incredibile 53.2% dalla lunga distanza su oltre cinque tentativi a partita. 

 

La panchina è pressoché infinita e coach Messina ha svariate frecce nella sua faretra: partiamo con il top scorer delle “Scarpette Rosse”, ovvero Zach Leday. Ala forte di 202 centimetri per 108 chili, ha uno stile di gioco tutto suo ma in quanto a concretezza non è secondo a nessuno: in soli 22.8 minuti di media, infatti, colleziona 16.3 punti con 7.2 rimbalzi, oltre a 5.3 falli subiti ed il 91.9% in lunetta. Come esterno troviamo l’americano con passaporto tunisino Michael Roll, atleta trentaquattrenne di 198 centimetri per 98 chili che ha solidità e concretezza per occupare i tre ruoli perimetrali: 11.2 punti in 21.8 minuti con il 49.3% da tre punti per lui, che ha fiuto per trovare il canestro in diverse maniere. Nel reparto ali troviamo anche Luigi Datome (202 cm, 1987), che di certo non ha bisogno di troppe presentazioni: 18.6 minuti con 10.6 punti i suoi numeri, arricchiti da uno strepitoso 58% dalla lunga distanza. 

 

Meno impiegati, in campionato, il “lungo-Bonsai” Kyle Hines (196 cm, 7.1 punti e 6.6 rimbalzi) e la guardia Malcolm Delaney, che fattura 9.5 punti con 3 assist ed il 47.4% dalla distanza in 24.2 minuti. A completare le rotazioni, l’esterno italiano Riccardo Moraschini (194 cm, 1991), che ha 3.9 punti, 2.8 rimbalzi e 1.9 assist, il lungo Biligha (200 cm, 1990) che contribuisce con 3 punti in 10.7 minuti di media, ed i piccoli Davide Moretti (’98, 2.6 punti) e Andrea Cinciarini (12.5 minuti con 1.9 punti e 1.7 assist a partita).

 

Allianz Pallacanestro Trieste, pronostico rispettato: contro Varese è "Doyle - Alviti show"
Marco Legovich presenta la sfida di domani in casa della capolista Milano