Il prossimo avversario dell’Allianz Pallacanestro Trieste “ruggisce” come una Leonessa: è la Germani Brescia, team lombardo che attualmente occupa la nona posizione in classifica (2 punti - 1 vittoria e 2 sconfitte). 

Domenica 18 ottobre, alle ore 20.45 (diretta TV su Rai Sport HD e in streaming su EuroSport Player; diretta radiofonica su Radio Punto Zero), al PalaLeonessa A2A i biancorossi si troveranno di fronte il team allenato dal “Diablo” Vincenzo Esposito, reduce da una vittoria 87 - 94 (Cline 20; Ristic 14) sul parquet della Dè Longhi Treviso. 

 

Il regista è il canadese di origini haitiane Kenny Chery (1992, 180 centimetri), play compatto che proviene dal Nanterre, club francese che ha giocato proprio contro Brescia lo scorso anno: 15.7 punti e 2.7 assist di media per lui, che tira con il 45% da tre su ben 6.7 tentativi. Tyler Kalinoski, guardia di 193 centimetri e 28 anni, gioca al suo fianco: è un esterno bianco con esperienze in Francia, Grecia, Belgio e Turchia. E’ un elemento che sa rendersi utile non solo al tiro (8.3 punti in 21.3 minuti, con il 62.5% dalla lunga distanza), ma aggiunge anche 2.7 rimbalzi e 2.7 assist al suo fatturato. 

 

Come ala piccola, un nome piuttosto noto in Italia: “Drew” Crawford, americano alla terza esperienza da noi dopo le tappe a Cremona e Milano. Vincitore di una Coppa Italia, nonché MVP del campionato 2018/2019 e della Coppa Italia, è il classico “all around” presente in ogni zona del campo, come testimoniano i 30 minuti di media che lo rendono il giocatore più utilizzato da coach Esposito. Per lui, i numeri parlano chiaro: 12 punti e 3 rimbalzi, con il 54.5% da due, il 30% da tre ed il 75% in lunetta. 

 

Il “4” è l’americano con passaporto israeliano TJ Cline (206 cm, 1994): bianco dotato di buona mano, è un’ala forte che sa estendere il campo anche grazie al tiro da fuori, ma non disdegna la lotta sotto i tabelloni. Figlio della “leggenda” Nancy Liebermann, in tre gare ha assicurato finora 13.3 punti e 5 rimbalzi in 23 minuti a partita, con il 75% da due, il 71.4% dalla lunga distanza ed il 77.8% nei personali. Il suo compagno di reparto è Christian Burns (203 cm, 110 chili), trentacinquenne mezzolungo con passaporto italiano, che ha accumulato 27 presenze con la maglia azzurra. Per lui, 9 punti e 5.7 rimbalzi a partita, con il 52.9% da due: sa tirare da fuori, ma in questo avvio di campionato non ha ancora preso il ritmo giusto. 

 

Dalla panchina, c’è il capitano David Moss (1983, 196 cm), da una vita in Italia: ala che sa incidere molto a livello difensivo, garantisce 7.7 punti in 22.3 minuti con il 60% da due ed il 50% da tre, mentre il suo compagno di reparto a livello di alternative è Brian Sacchetti (198 cm, 1986), che produce 6.3 punti di media con il 90% ai liberi. 

 

Il pivot di riserva è il serbo Dusan Ristic: lungo di 213 centimetri per 112 chili, arriva in prestito dalla Stella Rossa Belgrado e garantisce 8 punti e 5 rimbalzi in 17 minuti di media, tirando con il 56.3% dalla corta distanza. Il cambio degli esterni è Luca Vitali (197 centimetri), che può giocare sia da play che da “2”: 5.7 punti e 3.3 assist ad incontro le sue cifre, con il 66.7% da due. 

 

Gli altri giocatori che completano la rosa sono il 2000 Giordano Bortolani (guardia, 193 cm - 1.7 punti a partita), il lungo di 212 centimetri Andrea Ancellotti e l’esterno Salvatore Parrillo, che finora non sono ancora andati a segno.

 

Settore giovanile, ufficializzata la collaborazione con il Cus Trieste
Marcos Delia, nuovo centro per l'Allianz Pallacanestro Trieste