Perde l’Allianz Pallacanestro Trieste contro la Segafredo Virtus Bologna: 60 - 77 il finale al palasport di Via Flavia, nell’ambito di un incontro dove i biancorossi toccavano nuovamente il campo dopo ben un mese e mezzo di assenza. Troppo fisica e maggiormente abituata al doppio impegno settimanale la Virtus Bologna, che ha sfruttato fin da subito il ritmo partita per mettere in difficoltà il team di coach Eugenio Dalmasson. Rimangono in tribuna Da Ros e Upson, dall’altra parte non c’è Marco Belinelli, ancora a riposo per un problema fisico. Coach Dalmasson parte con il quintetto formato da Laquintana, Doyle, Alviti, Grazulis e Udanoh: risponde la Virtus Bologna con Markovic, Weems, Abass, Ricci e Gamble. 

 

L’inizio è tutto di marca Segafredo: i virtussini sfruttano la loro maggiore fisicità, specialmente in difesa, lasciando a secco l’Allianz per 4’45’’. Con Gamble presente dentro al pitturato e cinque punti di Ricci, la Virtus è avanti 0 - 8 prima della schiacciata di Grazulis (2/6 dal campo, 2/2 in lunetta, 11 rimbalzi) che toglie il “tappo” dal ferro: Bologna arriva anche a +10, poi Doyle e Fernandez danno un pò d’ossigeno ai biancorossi con i loro canestri, ma dall’altra parte l’impatto di Pajola dalla panchina è immediato, tanto che il play recupera un pallone e segna un canestro con il fallo, prima di colpire allo scadere del 10’ con una correzione al volo per il canestro del 7 - 20. 

 

Nel secondo periodo è ancora Pajola a piazzare la tripla del +16, poi Cavaliero scatena Henry in contropiede: l’americano va a piazzare una poderosa schiacciata con fallo che è uno degli “highlight” del match. A rimbalzo, però, la Virtus continua ad avere maggior impatto e questo garantisce diversi secondi possessi: Hunter, Weems e Gamble ne approfittano per tenere avanti la Segafredo, che tocca il massimo vantaggio sul +22 (17 - 39). Doyle cerca di prendere un pò di ritmo con due canestri in penetrazione e coach Dalmasson opta per la difesa a zona: Hunter però la buca subito, tenendo Bologna sempre con venti punti di margine. due liberi di Grazulis e una schiacciata di Delia su rimessa dal fondo con assist “incorporato” di Doyle fanno il resto, fissando il 25 - 43 dell’intervallo lungo. 

 

Nella ripresa, l’Allianz si affida in toto a Marcos Delìa (3/7 da due, 7/8 ai liberi, 5 falli subiti, 4 rimbalzi), e l’ex Virtus si dimostra presentissimo vicino al ferro: il pivot argentino mette a referto cinque punti di fila, ma dall’altra parte Gamble (7/8 da due, 4/5 ai liberi, 11 rimbalzi, 4 falli subiti) continua a giganteggiare nel pitturato. Coach Dalmasson opta nuovamente per la difesa a zona, per cercare di limitare la fisicità degli avversari ed il loro predominio a rimbalzo: l’atletismo di Gamble e Abass, però, continua a tenere gli ospiti avanti oltre i venti punti e, nel finale, Alviti lima il passivo accendendosi immediatamente con due bombe che portano Trieste a meno diciassette (42 - 59). 

 

I ragazzi di Dalmasson provano a produrre il massimo sforzo in avvio di ultimo quarto, quando l’asse argentino Delìa - Fernandez porta l’Allianz al meno tredici: 50 - 63. La Segafredo, però, non accenna a mollare la presa: con Gamble e Weems, i virtussini rimangono ancora avanti in doppia cifra ed a poco servono gli ultimi sforzi di un’Allianz comunque provata dal mese e mezzo di stop. I ragazzi di Djordjevic riescono a controllare il risultato fino al quarantesimo, quando Doyle con la tripla conclusiva fissa il punteggio sul 60 - 77. 

Non c’è nemmeno il tempo per respirare, per i biancorossi: mercoledì 16 si va a Desio (ore 20.00) per affrontare l’Acqua San Bernardo Cantù e cercare di proseguire il recupero fisico. 

 

 

 

PALLACANESTRO TRIESTE - VIRTUS BOLOGNA   60 - 77

 

Allianz Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Fernandez 8, Arnaldo ne, Laquintana 2, Delìa 13, Udanoh 2, Henry 5, Cavaliero, Grazulis 6, Doyle 15, Alviti 9. All. Dalmasson

Segafredo Virtus Bologna: Tessitori 2, Deri, Pajola 8, Alibegovic 2, Markovic 5, Ricci 9, Adams 1, Hunter 10, Weems 11, Teodosic 5, Gamble 18, Abass 6. All. Djordjevic

 

Parziali: 7-20; 25-43; 42-59

Arbitri: Baldini, Grigioni e Quarta

 

Dalmasson e la sfida con la Virtus: "Avversari motivati, noi abbiamo voglia di rituffarci nella mischia"
Il commento di Coach Dalmasson e Daniele Cavaliero dalla sala stampa