Alla vigilia dell’amichevole di Ponzano Veneto contro la Dè Longhi Treviso, coach Eugenio Dalmasson analizza la situazione dell’Allianz Pallacanestro Trieste durante la seconda settimana di sosta del campionato: “I primi dieci giorni li abbiamo impiegati esclusivamente per lavorare al meglio sulla parte fisica. Abbiamo infatti toccato la palla per la prima volta nella giornata di mercoledì: questo perchè crediamo che sia fondamentale utilizzare questo “break” per inserire ulteriore benzina nel motore di chi ne aveva bisogno, oltre a perfezionare la situazione di chi sta lavorando in piena da agosto”. 

 

Il solito approccio positivo, da parte del team, che ha risposto nella maniera migliore al lavoro proposto dallo staff: “Confermo - continua coach Dalmasson -; la squadra ha avuto un buon atteggiamento, con sedute intense e grande disponibilità da parte di tutti”. 

 

Nella giornata di sabato 22, i biancorossi se la vedranno con la Dè Longhi Treviso, nell’ambito del Memorial Santon: “Sarà un test importante; Treviso è, da sempre, un team che mette sul terreno di gioco una buona dose di agonismo e questo a noi serve molto, anche per tenere alto il grado di confidenza verso il gioco. Parlando della squadra, non potremo contare su Peric e Mitchell che sono impegnati con le rispettive nazionali, mentre dovremo valutare Cervi, che ha lamentato uno stato influenzale nelle ultime ore: ci sarà il solo Cooke nel reparto lunghi, ma comunque quello con Treviso sarà un test che ci aiuterà a fare un passo avanti nella condizione, senza poi dimenticare che, nella prossima settimana, avremo un’altra verifica importante a Lubiana contro l’MBC, club tedesco che milita nel massimo campionato teutonico”. 

 

Infine, una considerazione del tecnico biancorosso va anche al momento di quest’Allianz Pallacanestro Trieste che si ripresenterà il 7 marzo, in casa, contro Pistoia: “Per quello che era stato l’approccio alle ultime partite, posso dire che la squadra aveva fatto un passo avanti qualitativo. Basti pensare alla vittoria con Sassari o all’aver giocato alla pari con Brescia fino alla fine: chiaro che, ora, aumentano il valore e l’importanza dei risultati. Una cosa che non va assolutamente sottovalutata dal punto di vista psicologico-mentale: sarà importante essere concreti ed arrivare alla gara con Pistoia con un solo obiettivo, quello della vittoria”.

 

TROFEO DELLE PROVINCE VENETE: CINQUE 2007 E COACH NOVELLO CONVOCATI NELLA RAPPRESENTATIVA FVG
"ANOTHER BRICK IN THE WALL": NUOVA INIZIATIVA DI SIAMO TRIESTE