Terza gioia in altrettanti incontri per l’Allianz Pallacanestro Trieste, che si prende lo scalpo anche della blasonata Umana Reyer Venezia: in un Allianz Dome “sold out”, con i 1.000 ticket disponibili andati in fumo in pochi giorni, i biancorossi si impongono per 76 - 69 grazie ad una bella prova di squadra, evidenziando soprattutto un grandissimo atteggiamento difensivo. 

 

La Pallacanestro Trieste schiera il quintetto formato da Fernandez, Doyle, Henry, Grazulis e l’ex di turno Udanoh; risponde la Reyer con De Nicolao, Tonut, Chappell, Mazzola e Watt. Si comincia con Trieste che si sblocca dopo due minuti e mezzo con Henry, ma commette subito quattro falli di squadra in due minuti e mezzo: i biancorossi mostrano subito le unghie in difesa, limitando bene i principali terminali dell’Umana. Lo spettacolo inizia con Udanoh che si fa notare per le doti realizzative e due schiacciate di fila (10 - 5). Tonut risponde con una bomba, ma dall’altra parte quando Upson entra piazza subito quattro punti di fila: è una Trieste concreta, che allunga sul +6 al 10’ grazie a un canestro sulla sirena dei 24’’ di Laquintana ed a un “long two” di Alviti dall’angolo. 

 

Il secondo periodo si apre ancora con Laquintana, che forza allo scadere da tre punti e piazza la bomba del +9 (23 - 14): il team di Dalmasson continua ad attuare un’ottima difesa e De Raffaele cerca una soluzione con la zona. Non serve, perché i locali colpiscono con Udanoh (8/13 dal campo e 2/4 ai liberi, oltre a 6 rimbalzi) in contropiede, un fallo e fare di Laquintana e un canestro di Fernandez (30 - 19 a 5’22’’). La Reyer, dopo qualche minuto a secco, si sblocca grazie a Watt ma arriva subito dopo la giocata della partita: Fernandez, con un assist schiacciato dietro la schiena, serve Udanoh per la schiacciata del 32 - 22. Negli ultimi tre minuti, De Raffaele cerca di alzare la difesa a tutto campo, ma l’Allianz è brava a non farsi sorprendere, con i canestri di Udanoh (che però commette il terzo fallo a 1’11’’ dalla sirena), Fernandez e i liberi di Da Ros, che fissa il 40 - 31 a metà match. 

 

Daye inaugura la ripresa con una bomba, ma Doyle replica immediatamente: l’Allianz trova energia da Upson in avvio di terzo quarto, con rimbalzi e fisicità, culminata con la schiacciata in tap in per il 47 - 36. Quando Fernandez esce per il terzo fallo, entra Laquintana ma la qualità non cala affatto: i triestini continuano a giocare con grande energia, tanto da raggiungere il massimo vantaggio di +13 con Henry e costringere Venezia al time out a 5’40’’ dalla terza sirena. L’Umana si tiene in piedi grazie a due triple di Chappell (4/5 da tre, 2/2 ai liberi, 4 rimbalzi e 4 assist), vero guerriero e trascinatore, che riporta gli ospiti a meno sette al 30’. 

 

Nell’ultima frazione, Alviti prende un rimbalzo offensivo in testa a Stone e segna con il fallo riportando i biancorossi in doppia cifra di vantaggio (56 - 46): a questo punto, però, la Reyer si risveglia grazie a Chappell e ad uno Stone letteralmente scatenato. Otto punti di fila dell’americano riportano Venezia sul 61 - 57: non basta, però, perchè c’è Milton Doyle che prende in mano la partita per l’Allianz. La guardia inizia a gestire il pallone con grande freddezza e riesce a colpire sia in penetrazione che con giocate importanti: un arcobaleno morbidissimo porta Trieste sul 70 - 64, poi Daye commette una leggerezza toccando un pallone danzante sul ferro su un libero di Da Ros, che viene tramutato in due punti. Venezia non molla e la coppia Stone - Tonut piazza un minibreak di 0 - 5, ma “Lobito” Fernandez, con uno splendido canestro dalla media contro Chappell allo scadere dei 24’’ mette il canestro della staffa, con Venezia che sbaglia dall’altra parte e Doyle (4/12 al tiro, ma 2/2 ai liberi, 5 falli subiti e 3 assist) che sigilla la vittoria. E’ un’Allianz che vince e convince, ma fra tre giorni è già tempo di gara di ritorno: si va al Taliercio, per il re-match. 

 

 

PALLACANESTRO TRIESTE - REYER VENEZIA   76 - 69

 

Allianz Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Upson 8, Fernandez 10, Arnaldo ne, Laquintana 8, Udanoh 18, Henry 9, Cavaliero ne, Da Ros 5, Grazulis, Doyle 11, Alviti 5. All. Dalmasson

Umana Reyer Venezia: Casarin 2, Stone 14, Bramos, Tonut 14, Daye 10, De Nicolao, Chappell 14, Mazzola, D’Ercole ne, Cerella ne, Fotu 8, Watt 7. All. De Raffaele

 

Parziali: 20-14; 40-31; 51-44

Arbitri: Begnis, Morelli e Galasso

 

 

Comunicazioni per l'accesso all'Allianz Dome per la sfida con Venezia
E' già tempo di "ritorno" con Venezia; Legovich: "Fondamentale la disponibilità di tutti"