L’Allianz Pallacanestro Trieste non riesce a tornare da Roma con i due punti in tasca: a vincere è stata la Virtus, al termine di una gara sostanzialmente quasi sempre condotta nel punteggio, interrompendo una striscia di due sconfitte consecutive. L’Allianz, che recupera Fernandez, deve fermarsi dopo il successo contro la Dè Longhi Treviso e continua a faticare a livello di continuità di risultati. 

 

Trieste parte con Elmore, Justice, Jones, Peric e Mitchell; dall’altra parte risponde Roma con Dyson, Kyzlink, Buford, Alibegovic e Jefferson. La Virtus parte con un 4 - 0, al quale rispondono Peric e Mitchell: i biancorossi forzano qualche conclusione di troppo e Buford piazza la bomba del 7 - 4. Quando però si svegliano Peric e Jones, che schiaccia e subisce fallo, Trieste conquista il primo vantaggio (11 - 12). Mitchell sfrutta un assist di Justice e va a schiacciare di nuovo, poi Jones appoggia a canestro dopo una palla rubata ed ecco che il punteggio si aggiorna sul 13 - 18, con Bucchi che chiama minuto di sospensione. La reazione virtussina è immediata: 7 - 0 di parziale, con Dyson che si prende la scena; gli ultimi minuti vedono le percentuali che salgono, ma Baldasso e Rullo segnano canestri importanti, insieme ad un Dyson (4/6 da due, 2/6 nelle triple, 5/7 in lunetta, 10 assist, 5 rimbalzi) che allo scadere, da metà campo, indovina il tiro “dell’Ave Maria” e dà il 27 - 22 alla Virtus. 

 

Lo stesso play/guardia di Bucchi continua ad ispirare la Virtus: due bombe a firma Alibegovic - Dyson fissano il punteggio sul 33 - 22; Cavaliero, con una tripla, smuove il tabellone per i biancorossi, ma lo svantaggio da recuperare è sempre in doppia cifra. Roma è brava a macinare la sua pallacanestro, con i suoi punti di riferimento come Dyson e Jefferson (9/15 da due, 1/1 da tre, 9 rimbalzi): l’Allianz non molla e prima Jones con un gioco da tre punti, poi la bomba di Peric e un canestro dalla media di Justice danno il 45 - 35 al 20’. 

 

L’apertura del terzo periodo è confortante per l’Allianz: prima una tripla di Justice, poi il gancio di Peric e la coppia Mitchell - Jones che fa fruttare un paio di palloni vaganti. Parziale di 2 - 9, ma subito dopo Jefferson segna e Kyzlink azzecca due tiri pesanti di fila, riaprendo la voragine. Time out Dalmasson (55 - 44 a 5’16’’ dalla terza sirena), ma serve a poco perchè Trieste continua a forzare soluzioni individuali e presta il fianco alle iniziative della Virtus, che allunga fino al 65 - 48, prima di qualche conclusione vincente dei biancorossi, che chiudono la frazione con undici punti da recuperare. 

 

Nell’ultimo periodo, Roma continua a controllare il punteggio: Dyson continua a dispensare assist e preziosismi offensivi, azzeccando anche il tiro dalla media del +14 (72 - 58). L’Allianz, che continua a faticare, ottiene gli unici successi offensivi grazie ad Akil Mitchell (7/11 dal campo, 15 rimbalzi): il lungo classe ’92 segna sei punti in un amen, sfruttando gli assist dei compagni, mentre Fernandez ispira anche Da Ros. I canestri di Jefferson e Dyson, però, tengono lontana la Virtus, che chiude con il libero dello stesso Dyson per il +10 conclusivo. 

 

 

VIRTUS ROMA - PALLACANESTRO TRIESTE   82 - 72

 

Virtus Roma: Cusenza ne, Moore 3, Alibegovic 9, Rullo 2, Dyson 19, Baldasso 6, Pini 4, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 21, Buford 3, Kyzlink 15. All. Bucchi

Allianz Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Cooke 2, Peric 13, Fernandez 6, Jones 10, Strautins 3, Janelidze ne, Cavaliero 3, Da Ros 9, Mitchell 14, Elmore, Justice 12. All. Dalmasson

 

Parziali: 27-22; 45-35; 65-54

Arbitri: Sahin, Bettini e Galasso

 

VITTORIA CONVINCENTE PER GLI UNDER 16 REGIONALI A GRADO
UNDER 14 ELITE, TRIESTE DOMINA CONTRO CODROIPO: 107 - 29