È il derby del Triveneto a chiudere un girone di andata che vede Trieste e Treviso occupare la stessa posizione in classifica, appaiate a 10 punti, entrambe alla ricerca di una vittoria che potrebbe significare abbandonare le zone basse della classifica.
Una sfida dai molti ex, in tutti e due gli schieramenti. Ultimo, solo in ordine di tempo, un Adrian Banks che in settimana ha speso bellissime parole per l'esperienza triestina nella stagione passata. 
Torna in cabina di regia dal primo minuto Corey Davis, mentre è confermato nel quintetto iniziale capitan Lodovico Deangeli, assieme a Frank Bartley, AJ Pacher e Skylar Spencer. È proprio Lodo ad aprire le danze rompendo la marcatura di Adrian Banks, seguito poi da un gioco da 4 punti di Bartley.
Sul +8 dopo soli 4 minuti di gioco Nicola è obbligato a chiamare i suoi in panchina. Capitan Zanelli accorcia le distanze, ma un freddissimo Bartley capitalizza un'azione splendida di Trieste con una tripla subito seguita da un tap in di Spencer. Massimo vantaggio giuliano sul +11. 
Due fischi consecutivi mandano i veneti in lunetta che accorciano le distanze portando il punteggio sul 23 a 17 per gli ospiti. Le rotazioni di coach Legovich cambiano quattro quinti della squadra, che gioca gli ultimi minuti del quarto con Ruzzier in regia capace di subire due falli in pochi secondi. Trieste non capitalizza però un paio di tiri piedi a terra e chiude la prima frazione di gioco sul 19 a 25.
I secondi dieci minuti iniziano con una splendida difesa triestina che fa esaurire i 24" dei padroni di casa e poi si trasforma in una tripla dall'angolo di Lever. Il tabellone segna nuovamente +11 per i biancorossi, ma Iroegbu, sponda Treviso, non ci sta e si incarica di chiudere il break triestino facendo segnare un 2+1 con fallo di Corey Davis. Trieste a questo punto ha già 3 falli di squadra e fatica per un paio di minuti a trovare la via del canestro, polveri poi riaccese da un catch and shoot da 3 punti di Frank Gaines direttamente da una rimessa. La squadra di coach Legovich cerca di allungare grazie ad un sempre concretissimo Spencer che fa segnare il massimo vantaggio sul +13 con un contropiede innescato da una stoppata di Gaines. Abbastanza per coach Nicola per richiamare i suoi in panchina e provare a mettere ordine. Trieste esaurisce il bonus con 4 minuti sul cronometro e manda in lunetta Treviso che torna sotto grazie anche ad un contropiede di Sokolowski. Vantaggio che scende sotto la doppia cifra e Treviso sembra ritrovare lo swing giusto grazie alle incursioni di Iroegbu in area, capace di collezionare un 100% dalla lunetta e riportare i suoi sul 30 a 37, in favore ancora dei giuliani. Quello che i biancorossi nell'ultima fase del secondo quarto non riescono a capitalizzare in attacco lo recuperano con una difesa attentissima, che non permette mai ai trevigiani di trovare in modo agevole la via del canestro. Si va al riposo lungo con due canestri di pregevole fattura da entrambe le parti del campo firmati da Gaines e Sorokas, che portano le squadre negli spogliatoi sul 34 a 41.
In apertura di terzo quarto Spencer ribadisce che sotto le plance questa sera non ce n'è per nessuno conquistando prima due rimbalzi in serie, poi convertendo un tap in su penetrazione di Bartley. Il rientro in campo dagli spogliatoi vale un parziale di 5-0 per Trieste che allunga ancora con il solito Bartley. Nicola richiama in panchina i suoi. I tentativi di reazione dei padroni di casa vengono spenti sul nascere in questa fase dai biancorossi che costringono spesso i trevigiani a soluzioni forzate. A metà del terzo periodo pesano su Davis e Bartley 3 falli, che rischiano di rendere più complessa la manovra triestina che però trova in Ruzzier un nuovo terminale, capace di allungare sul +14 con una tripla. I falli rischiano di inceppare l'efficienza difensiva giuliana: bonus esaurito a 3 minuti e mezzo dall'ultimo quarto. Non pare invece risentirne la vena realizzativa di Ruzzier capace di ritoccare il massimo vantaggio (+15) con una bomba servita su un piatto d'argento da uno scarico di Gaines, compensata però subito da un tiro dalla lunga di Jantunen. Treviso torna a -8, grazie a un ispirato Iroegbu e complici un paio di palle perse triestine. Divario riportato in doppia cifra prima della fine del terzo periodo da due liberi di Lever.
È lo stesso trentino che rompe il ghiaccio nell'ultimo quarto e intavola un dialogo a colpi di canestri con Sorokas; i due con dei botta e risposta portano il punteggio sul 57-71. Nicola ferma nuovamente il tempo per parlare con i suoi. Il quintetto per 4/5 italiano apparecchiato da coach Legovich porta a +18 il vantaggio triestino, riuscendo al contempo a mettere in grande difficolta l'attacco trevigiano, gravato poi anche dall'esaurimento del bonus a 5' dalla fine. Treviso prova ad alzare il ritmo in difesa, costringendo Trieste a perdere due palle di fila, ma fatica ancora a trovare la via del canestro, merito anche di un'attenzione maniacale dei ragazzi di Legovich nella propria metà del campo. L'immagine di questa Trieste focalizzata sul risultato è il minuto chiamato dall'allenatore triestino a 3.9" dal termine, per non lasciare al caso nemmeno l'ultimo possesso della gara, in vista di una differenza canestri che potrebbe risultare fondamentale al termine della stagione. Trieste chiude il girone d'andata con due vittorie di fila in altrettante sfide con avversarie dirette e lo fa mettendo a referto ben 43 punti dalla panchina in una serata in cui tutti hanno dato un enorme contributo alla vittoria.
 


NUTRIBULLET TREVISO 69 - PALLACANESTRO TRIESTE 88
Nutribullet Treviso: Iroegbu 13, Sokolowski 15, Sorokas 22, Cooke 2, Banks 2, Zanelli 7, Jantunen 8. Ne: Sarto, Vettori, Jurkatamm, Faggian, Scandiuzzi, Simioni.

Allenatore: Nicola
Assistenti: Morea, Pomes

Pallacanestro Trieste: Gaines 14, Pacher 2, Davis 2, Spencer 16, Deangeli 5, Ruzzier 12, Campogrande 0, Vildera 7, Bartley 20, Lever 10. Ne: Bossi

Allenatore: Legovich. 
Assistenti: Maffezzoli, Vicenzutto.

Parziali: 19-25 / 15-16 / 17-20 / 18-27
Progressivi: 19-25 / 34-41 / 51-61 / 69-88

Arbitri: LO GUZZO C. - PAGLIALUNGA F. - VALLERIANI D.

L'analisi dell'Assistant Coach Vicenzutto alla vigilia della trasferta di Treviso
Legovich nel post partita: "Molto compatti in entrambe le metà campo. Bravi ragazzi!"