Inizialmente inserito come riserva, il triestino classe 2003 Stefano Longo è entrato a far parte dei convocati di coach Alessandro Magro per partecipare al raduno della Nazionale Under-20 maschile che avrà luogo, in Lombardia, a Brescia, da oggi a giovedì. Oltre alla panchina, dove troviamo l’Head Coach biancorosso Marco Legovich, con i colori azzurri in qualità di assistente allenatore, la triestinità la si ritrova anche in campo nei nomi di Marco Ius, Tommaso Fantoma quindi Stefano Longo già inserito nella lista dei giocatori a disposizione dallo scorso 18 dicembre. Tutti atleti del vivaio della Pallacanestro Trieste, una bella soddisfazione per la società giuliana che risulta di fatto la compagine più rappresentata in questa formazione giovanile azzurra. “E’ un bel risultato nonchè un orgoglio per il nostro lavoro” – ha commentato Coach Marco Legovich - e penso anche una delle prime volte, se non la prima in assoluto, che abbiamo tre nostri ragazzi nel raduno U20” – ha affermato. 

Ius e Fantoma hanno fatto il loro esordio in campo con la maglia biancorossa nel match contro la Nutribullet Treviso lo scorso 12 Novembre. Successivamente, i triestini hanno preso parte alla U19 alla Next Gen Cup 2022-2023 mettendosi in luce in particolar modo nella vittoriosa sfida contro i parigrado di Varese. Per i due, rispettivamente 29 e 28 punti e una decina di rimbalzi ciascuno. Per quanto riguarda il neo entrato Longo, attualmente in prestito al Basketball Borgomanero, a Novara, formazione militante nella serie cadetta, ha attualmente una percentuale di 19 canestri realizzati dal campo 27 dall’area e 12 dalla lunetta. In altre parole, un trio di giovanissimi giocatori che grazie alle loro qualità non sono passati inosservati allo staff tecnico azzurro che li ha quindi inseriti nella lista dei convocati per il raduno bresciano Gli allenamenti si svolgeranno al PalaLeonessa il 27 e il 29 dicembre e al Complesso Sportivo Polivalente di Collebeato il 28 dicembre.

Deangeli nel post partita: "Sentiamo fiducia del coach. Campionato lungo, siamo sulla buona strada"
Nota stampa su AJ Pacher