L’attesa è quasi terminata. Mancano poco più di ventiquattro ore all’esordio nel Campionato di Serie A 2021/2022 per l’Allianz Pallacanestro Trieste. Domani, con palla due alle 17:00 all’Allianz Dome, i biancorossi affronteranno l’Happy Casa Brindisi. Si ripropone, già in questa prima giornata, la sfida con i pugliesi che l’anno scorso ci estromisero sia dai quarti di finale di Coppa Italia che dal primo turno playoff.

 

Nell’analisi di coach Ciani sugli avversari c’è anche tanta voglia di rivalsa e desiderio di rivincita: “La stranezza di questo esordio è di essere davanti agli avversari che hanno caratterizzato i nostri turni ad eliminazione diretta sia in Coppa che in Campionato della scorsa stagione. Ripartiamo da Brindisi con la consapevolezza che anche in questo torneo i pugliesi andranno ad occupare la primissima fascia delle formazioni al via. I brindisini, che già in Supercoppa hanno ben figurato con Sassari e Milano, hanno vari punti di forza: il sistema di gioco costruito da coach Frank Vitucci, l’utilizzo di Nick Perkins rivelazione l’anno scorso ma certezza assoluta quest’anno, la continuità del gruppo italiano e alcune novità come la solidità di Jeremy Chappel cardine del loro sistema difensivo e l’imprevedibilità del play Josh Perkins. Infine sarà da tenere d’occhio anche Lucio Redivo che, arrivato a gettone dopo una strepitosa stagione in A2 a Monferrato, sta cercando di guadagnare un prolungamento di contratto a suon di prestazioni convincenti e triple”.

 

Una sfida che si preannuncia ostica e dove Trieste, per portare a casa il successo, dovrà giocare ad alta intensità fin dall’entrata in campo senza lasciare che Brindisi prenda il comando delle operazioni: “Brindisi ama giocare in rapidità e a gran velocità, in fase offensiva può disporre di ottimi tiratori dal perimetro sia sugli scarichi che in uscita dai blocchi. E poi…il grande punto interrogativo per la nostra difesa e per tutte le retroguardie del campionato sarà la marcatura di Perkins in post basso o in avvicinamento al ferro. Su Perkins, Sagaba Konate dovrà mettere sul piatto la sua esuberanza, la freschezza e la forza fisica contro un giocatore che ha fatto di questi elementi la sua fortuna in Italia. Come squadra dovremo avere nell’ordine e nella capacità di costruire prontamente le soluzioni offensive e difensive, le nostre armi per arginare la fisicità e l’aggressività di Brindisi.

 

Domani, un fattore decisivo per trascinare Trieste alla vittoria, potrà essere la calda tifoseria di casa: “La presenza del nostro pubblico, come ripetuto più volte nelle ultime settimane, rappresenta un argomento importante nel valutare l’economia delle singole partite di questa stagione. Abbiamo voglia, desiderio e bisogno di confrontarci con i nostri tifosi e di averli al nostro fianco. Vogliamo lottare assieme a loro per affrontare un campionato che si preannuncia non facile e dove il livello sarà più alto rispetto al recente passato”.

 

Guarda il video con le parole del Coach!

Modalità d'acquisto dei biglietti per l'esordio di domenica con Brindisi
SFATATO IL TABÙ BRINDISI: ESORDIO VINCENTE PER L’ALLIANZ