Un traguardo raggiunto, decisamente da valorizzare: è quello della formazione Under 19, interamente composta da ragazzi 2003 e 2004, che ha raggiunto i playoff in Serie C Silver Fvg con un sesto posto conclusivo. 

Un gruppo che, dal 16 agosto ad oggi, si è ritrovato in palestra a sudare ed a metterci intensità, lavoro e serietà e che sta portando avanti con impegno il percorso iniziato in questa stagione sotto la guida di coach Andrea Mura

Proprio il tecnico biancorosso passa in rassegna la stagione, che è arrivata al primo piccolo traguardo: “Quando, a inizio anno, abbiamo ragionato con Comuzzo sul lavoro della Under 19, la scelta è stata quella di portare i ragazzi il più possibile vicino al mondo dei senior, anche alla luce del fatto di aver vissuto la pandemia e dunque un’attività a singhiozzo e tenendo conto che, per qualcuno dei nostri, questo sarebbe stato l’ultimo anno di settore giovanile. Valutato questo, e tenuto conto della possibilità di avere quattro lunghi e una buona fisicità, abbiamo ritenuto una scelta sensata fare la C Silver, adeguando il sistema di gioco da uno schema molto “libero” nel classico stile giovanile ad un livello più tattico con scelte precise, regole in attacco e in difesa. I ragazzi si sono fidati di tutto questo e, alla fine, hanno avuto le loro soddisfazioni”. 

Un traguardo, quello dei playoff di C, che è arrivato con fatica, ma anche soddisfazioni: “Se a inizio anno qualcuno mi avesse detto che avremmo fatto i playoff ci avrei messo la firma – continua Mura -; direi che la gara chiave è stata la seconda di campionato con Cordenons, dove abbiamo capito che avremmo potuto recitare da protagonisti e non fare la parte della cenerentola. Il bilancio è stato di tredici vittorie e undici sconfitte e, di queste ultime, più della metà sono maturate all’ultimo tiro o al supplementare: direi che ci siamo sempre “giocati” i match e questo, per un team che arriva da un percorso giovanile dove spesso le partite le vinci con scarti ampi, è un bel banco di prova per affrontare problemi che altrimenti non ti troveresti mai davanti”. 

Il lavoro in palestra, di tutto il gruppo, è stata la ciliegina sulla torta, come sottolinea Mura: “E’ una soddisfazione doppia, perchè alcuni elementi (Longo, Fantoma, Pieri) avevano impegni con le prime squadre e, in questo caso, è stata fondamentale la crescita di tutto il resto del gruppo, perchè la qualità del lavoro in palestra è cresciuta in maniera esponenziale. Direi che, guardando alla C Silver, noi e Cividale abbiamo dato un bel segnale perchè siamo stati degli ossi duri per tutti: siamo arrivati al 22 aprile, ai playoff in C Silver, in corsa per gli spareggi per le Finali Nazionali Under 19 e con la possibilità di giocare la Next Gen Cup, direi risultati non scontati anche visto l’ultimo mese molto intenso a livello di impegni”. 

E ora, sabato 23 (ore 19.30, PalaLancieri di Cervignano) GaraUno dei quarti di finale playoff con la Credifriuli ABC Cervignano terza della classe: “E’ un team molto tosto, con il quale abbiamo perso due volte e, in entrambi i casi, è emersa la loro coesione e capacità di compattarsi nei momenti difficili. Sono allenati da un ottimo tecnico come Thomas Miani ed è una squadra mediamente giovane con un nucleo ’99-2000 formato da Cestaro, Aloisio, Rivolt e Zuccolotto cui si aggiunge Tossut che è uno dei migliori esterni del campionato, supportati da due giocatori di esperienza come il leader emotivo Dijust e quello tecnico Infanti. A livello difensivo sono molto tattici, alternano zona e uomo, mentre in attacco sono molto “liberi” ed hanno sia lunghi bravi a tirare da fuori che esterni abili nell’andare vicino a canestro. Sappiamo che non possiamo sbagliare perchè loro sono bravi a punire ogni momento di rilassatezza, ma vogliamo passare il turno e giocarci almeno ancora una serie di playoff, non ci nascondiamo. Molto dipenderà dalla nostra capacità di rimanere “sulla partita” lungo gli ottanta o addirittura centoventi minuti, con lo spirito giusto”. 

CIANI: “DOMANI LA FORZA DEL COLLETTIVO POTRÀ FARE LA DIFFERENZA”
UNDER 14, DAL 23 AL 25 APRILE C’E’ IL MEMORIAL TRAMONTIN