Coach Marco Legovich commenta con queste parole la storica vittoria ottenuta al Taliercio con i padroni di casa della Umana Reyer Venezia:

"La partita di stasera meriterebbe una un'analisi molto lunga, ma probabilmente non avrebbe senso. Quello che mi sento di dire è che sono estremamente fiero della prova dei ragazzi. Stiamo crescendo; dopo le ultime due partite sapevamo non sarebbe stato facile ripeterci in una prestazione, soprattutto difensiva, di quel livello, ma ci siamo riusciti, per di più contro una squadra come Venezia, che non ha bisogno di presentazioni per la qualità e la profondità del suo roster. Resistere alle spallate della Reyer, in particolare tra il terzo e il quarto quarto, tenendo la testa avanti per tutta la partita, e avere la lucidità di continuare a fare quello che avevamo preparato in settimana, secondo me sono state la chiavi per espugnare un campo così importante. Restare lucidi e tranquilli anche quando l'inerzia della partita sembrava stesse cambiando è un sintomo di grande crescita. Abbiamo sofferto un po' difensivamente nel terzo quarto sugli attacchi di Parks, avremmo potuto aiutarci di più collassando in area, ma è chiaro che giocando con la Reyer bisogna anche decidere di concedere qualcosina. Da parte nostra siamo stati bravi a portarli fuori dalla loro idea tattica con la zona e torniamo a casa estremamente soddisfatti". 

Trieste sbanca il Taliercio. Vittoria storica su una combattiva Reyer.
Trieste-Napoli, disponibili i biglietti