Si conclude in GaraTre del primo turno di playoff la stagione 2020/2021 di Allianz Pallacanestro Trieste: la formazione biancorossa cede 77 - 79 di fronte ad una Happy Casa Brindisi che ha dato prova di grandissima qualità e cinismo, anche nella terza partita della serie. Una sconfitta che però non cancella l’ottimo risultato conseguito dai ragazzi di Eugenio Dalmasson e del suo staff, che hanno concluso il campionato al settimo posto conquistando ancora una volta i playoff: di certo, questo traguardo arriva in una stagione molto particolare, caratterizzato da tantissime difficoltà e restrizioni dovute alla pandemia, ma che non lasciano dubbi sulle qualità morali di questo gruppo. 

 

La Happy Basket lascia fuori dalle rotazioni Krubally e fa rientrare Bell: l’Allianz parte col quintetto formato da Fernandez, Doyle, Henry, Grazulis e Delìa mentre i pugliesi si schierano con Thompson, Bostic, Gaspardo, Willis e Perkins. L’inizio è alquanto equilibrato, visto che dopo il 2 - 0 firmato Doyle c’è subito la risposta di Brindisi con Bostic e Willis: c’è tanta fisicità, Brindisi cerca come sempre di sfruttare la rapidità e l’atletismo dei suoi, ma anche Trieste non si tira indietro. Grazulis segna da sotto ed Henry schiaccia in testa a Gaspardo (11 - 12): i ritmi offensivi sono buoni, coach Dalmasson a 4’28’’ dalla prima sirena prova il quintetto alto togliendo Fernandez e inserendo Alviti per contrastare la fisicità dei pugliesi, ma la risposta di Brindisi arriva con quattro punti di Perkins ed una schiacciata di Thompson dopo uno “scippo” (15 - 22). La Happy Casa arriva anche a +8 con la tripla di Bell appena entrato, ma sulla sirena ci pensa Doyle, che forza la bomba del 20 - 25. 

 

Nella seconda frazione i biancorossi provano a mettere in difficoltà Brindisi con una zona match-up e qualche risultato sembra arrivare: la tripla di Cavaliero, un canestro di Upson ed uno di Da Ros portano i locali avanti 27 - 26, ma Brindisi non ne vuol sapere. La gara diventa ancor più “fisica” e vola qualche colpo proibito: due bombe di capitan Zanelli, però, portano avanti gli ospiti e, con due liberi di Willis (1/2 da due, 3/5 nelle bombe, 4/4 ai liberi, 8 rimbalzi, 4 falli subiti), si arriva sul 29 - 36; si continua a lottare, con Laquintana che trova un paio di conclusioni vincenti e Da Ros che duella alla grande contro i lunghi avversari, anche se una sua palla persa costa a Trieste la schiacciata di Perkins (33 - 41). Nel finale, però, Henry e Laquintana, insieme ad un bel semigancio di Grazulis, propiziano il 41 - 45, prima della schiacciata di Perkins su un ottimo assist di Thompson (4/11 dal campo, 4/4 in lunetta, 5 assist, 4 rimbalzi) a chiudere il secondo quarto. 

 

La terza frazione viene aperta da uno stoppone di Grazulis che cancella Bostic: Thompson, però, indovina cinque punti di fila e insieme a Willis porta il punteggio sul 44 - 52. Vitucci schiera la difesa a zona, ma Fernandez e soprattutto Myke Henry si caricano sulle spalle l’Allianz: Bostic, in questo frangente, è preziosissimo per i brindisini con tre liberi e una tripla, ma dall’altra parte “Iron Myke” Henry mette dentro sette punti di fila, condendo un rimbalzo offensivo con un appoggio ravvicinato per il 57 - 61. Due liberi di Willis e un semigancio di Delìa (3/7 da due, 2/3 ai liberi, 7 rimbalzi, 4 falli subiti) concludono la frazione sul 59 - 63. 

 

L’ultimo quarto viene giocato punto a punto: due rimbalzi offensivi, uno di Delìa e uno con una schiacciata prepotente di Upson, danno energia preziosa all’Allianz (65 - 66). A questo punto, però, emerge il “killer instinct” di una Brindisi che non sbaglia praticamente mai i tiri decisivi: Perkins schiaccia su assist di Harrison e Gaspardo mette una bomba pesantissima a 3’35’’ (65 - 71). Upson ed Henry (7/9 da due, 1/4 nelle triple, 5/5 in lunetta, 7 rimbalzi, 3 falli subiti) tengono ancora attaccata alla partita Trieste: il numero 15 biancorosso segna i liberi del 71 - 73 poi ha anche l’occasione di provare la tripla del sorpasso a 30’’ dalla fine, ma il suo tiro non trova il ferro e dall’altra parte è Perkins a schiacciare il 71 - 75. Nei secondi finali, tra un time out e l’altro, Cavaliero indovina per ben due volte il tiro pesante con Thompson ed Harrison che segnano i liberi della staffa: la tripla conclusiva di “Dani” è un simbolico arrivederci al prossimo anno, in una gara che segna la chiusura del 2020/2021 per un’Allianz Pallacanestro Trieste che esce dal parquet ancora una volta a testa altissima. 

 

 

 

PALLACANESTRO TRIESTE - BRINDISI   77 - 79

 

Allianz Pallacanestro Trieste: Da Ros 2, Henry 22, Cavaliero 11, Alviti 2, Coronica, Upson 6, Doyle 7, Fernandez 4, Delìa 8, Grazulis 9, Laquintana 6, Arnaldo ne. All. Dalmasson

Happy Casa Brindisi: Willis 15, Thompson 13, Gaspardo 5, Harrison 5, Bostic 10, Visconti ne, Cattapan ne, Bell 3, Udom 3, Zanelli 6, Perkins 19, Guido ne. All. Vitucci

 

Parziali: 20-25; 41-47; 59-63

Arbitri: Paternicò, Vicino, Nicolini

 

Basketrieste, gli Under 13 a +60 contro il Kontovel
Dalmasson: "lasciamo in eredità una stagione eccezionale"