All’Allianz Dome i campioni d’Italia della Virtus Bologna rispettano il pronostico, battendo l’Allianz Pallacanestro Trieste per 81-92, ma i biancorossi escono a testa alta da una sfida che li ha visti mettere paura ai blasonati avversari fino agli ultimi 60” del match. Dopo un primo quarto difficile i padroni di casa non si abbattono ma, minuto dopo minuto, implementano la qualità del proprio gioco collettivo riuscendo a mettere in difficoltà la Virtus. Una prestazione positiva dunque per una Trieste che ora, con ritrovata coscienza delle proprie capacità, cercherà di riassaporare la gioia dei due punti fin dalla prossima trasferta a Reggio Emilia.

Pronti-via Jaiteh, mattatore della prima frazione, segna il 2-0 a cui risponde subito Grazulis su assist di Delia. Gli ospiti tengono il piede premuto sull’acceleratore, segnano con continuità dall’arco e sotto canestro l’Allianz non riesce a trovare le misure alla fisicità avversaria. Dopo 5’10” di gioco il punteggio recita 20-4 a favore dei campioni d’Italia. Konate con il suo peso sotto le plance prova a dare la scossa ai suoi ma i bolognesi non si scompongono e continuano a implementare il proprio bottino fino al 16-34 con cui le due formazioni tornano a sedersi in panchina. Nella seconda frazione la Virtus non abbassa la guardia e tiene gli avversari a debiti distanza. Toccato il -21 (27-48) i padroni di casa si scuotono e incominciano, azione dopo azione, a riavvicinarsi alla Segafredo. Le triple di Banks e Grazulis, coadiuvati da un Delia in versione assist man, permettono a Trieste di riportarsi fino al -12 (40-52) a 27”00 dall’intervallo lungo prima che due liberi di Jaiteh fissino il punteggio di metà partita sul 40-54.

Nel terzo quarto il protagonista dei primi minuti è Grazulis che con una tripla permette alla sua squadra di riportarsi a -12 (49-61) dopo 4’13”. Dall’altra parte Teodosic e Weems, con esperienza e talento, sono le guide di una Virtus che ritrova il +18 (53-71). Quando gli ospiti sembrano pronti per mettere in cassaforte il risultato Banks decide che non può finire così e trascina i suoi, con punti e carisma, ad una veemente rimonta fino al 64-73 con cui i due team si affacciano agli ultimi 10’00”.  Nel quarto periodo dopo due triple bolognesi (64-79), l’Allianz riprende il filo della seconda parte del terzo quarto, brevemente interrotto, e arrivano a 4’49” a soli sette punti dai contendenti (74-81). Banks da un’ulteriore accelerata per il 79-83 a 3’44” che riapre i giochi per il successo. È ancora la guardia di Memphis a siglare il -4 a 2’15” (81-85) ma poi Shengelia e Cordinier con due azioni di puro talento rimettono le cose a posto in casa Virtus. La capolista vince a Trieste per 92-81 contro una Trieste, capace però di sognare l’impresa fino agli ultimi minuti.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA  81-92

Allianz Pallacanestro Trieste: Banks 27, Davis 3, Konate 8, Deangeli 2, Mian 2, Delía 13, Fantoma, Cavaliero, Campogrande 6, Gražulis 18, Lever 2. All: Ciani

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 4, Cordinier 12, Mannion 6, Pajola, Alibegovic 10, Ruzzier, Jaiteh 18, Shengelia 9, Hackett 9, Sampson, Weems 16, Teodosic 8. All: Scariolo

Parziali: 16-34; 40-54; 64-73; 

Arbitri: Lo Guzzo, Paglialunga, Boninsegna

MARCO LEGOVICH ENTRA NELLO STAFF DELLA NAZIONALE UNDER 20
BANKS:”ABBIAMO DIMOSTRATO DI POTER ESSERE COMPETITIVI CON CHIUNQUE”