Una partita speciale per diversi motivi quella che affronterà domani l'Allianz Pallacanestro Trieste contro la Reyer Venezia, alle 20:45 all'Allianz Dome. Una sfida di alta classifica fra la quinta forza del campionato, la Reyer allenata da De Raffaele, e i biancorossi di coach Dalmasson, ad oggi sesti, ma che puntano a raggiungere proprio gli orogranata a quota 24 punti. L'allenatore biancorosso analizza in questi termini la partita:


"Una partita innanzitutto importante per entrambe le squadre: per noi per confermare quanto di buono stiamo facendo. Affrontare Venezia in casa, sulla scia di risultati positivi e una situazione in classifica interessante e tranquilla, ci fa arrivare a questa sfida con serenità e grandi motivazioni. Venezia arriva dopo un turno di sosta, avendo avuto il tempo per preparare al meglio la partita, con il dente avvelenato per le due sconfitte subite con Sassari e Virtus Bologna. Conoscendo Venezia, la forza della squadra di saper trovare nei momenti importanti le prestazioni migliori, so che ci aspetta una sfida tosta. Mi aspetto una partita di altissimo livello da parte loro. 
Veniamo da due prestazioni ottime: con Cantù era una partita importante, in cui ci giocavamo punti pensanti in classifica. Giocando in casa avevamo anche il nervosismo di chi scende in campo con l'obbligo di vincere. Vincere una partita gel genere sul finale è comunque un grande indice di qualità del team. Con Reggio è stata una partita diversa, agevolati dal difficile momento che si trovano a vivere, soprattutto dal punto di vista mentale. La spallata che siamo riusciti a dare all'inizio del secondo quarto ci ha poi fatto condurre l'intero match, giocando una partita intelligente. Saper vincere in tanti modi è un pregio in questo momento. Anche le sconfitte precedenti con Brescia e Brindisi, però sottolineano la stessa condizione, anche se siamo usciti sconfitti nei minuti finali: una buona continuità e un rendimento costanti.
Quella appena conclusa è la fotografia di una settimana senza imprevisti, in cui abbiamo potuto lavorare al meglio, recuperando Grazulis. Alla luce dei risultati positivi e di una settimana di lavoro tranquilla posso dirmi di condividere il pensiero che Marcos Delìa ha espresso in settimana: viviamo questa partita nel migliore dei modi, con tranquillità di classifica, senza essere costretti a vincere, consapevoli di giocare contro una delle corazzate del campionato. Questo non può che stimolare la nostra voglia di fare un ulteriore salto di qualità, continuando a vivere e giocare da squadra. 
Sono diverse le chiavi del match di domenica: la capacità di ribattere colpo su colpo alle situazioni tattiche puntuali di Venezia, una lettura precisa delle situazioni anche nella frenesia e allo stesso momento abbinare alle letture quella parte agonistica necessaria con Venezia, che fa di agonismo e forza due delle sue migliori qualità. Per portare a casa il risultato dobbiamo fare una partita pressoché perfetta sfoggiando tutto il nostro arsenale. Siamo pronti a tutto".

Under 18 Eccellenza, parla Pecile: "Finalmente si comincia"
I PRINCIPI DELLA FISICA: TE LI INSEGNA IL BASKET!