Queste le parole rilasciate da Alessandro Lever in sala stampa dopo il successo dell’Allianz Pallacanestro Trieste con la Vanoli Basket Cremona, partita in cui il bolzanino ha chiuso con quattordici punti e soprattutto è stato decisivo nell’ultimo quarto per consentire ai suoi di effettuare l’allungo finale: É stata una partita difficile, giocata punto a punto dall’inizio. Abbiamo sofferto nel primo tempo la loro fisicità a rimbalzo. Poi però nella seconda parte della sfida siamo riusciti a limitare le palle perse e i loro rimbalzi, portando a casa il successo. Personalmente, devo dire che i miei compagni mi hanno cercato molto questa sera, anche in contropiede, e di conseguenza i miei punti sono dipesi soprattutto da ciò. In America ho iniziato da cinque poi mi sono dovuto abituare a giocare da quattro, credo che in Europa avere un quattro che può giocare nei due ruoli, sia fuori che dentro il pitturato può essere una forza e può diventare una mia ulteriore arma per far male agli avversari e essere sempre più utile alla squadra. Sicuramente devo ancora crescere sotto molti aspetti; per poter avere un minutaggio più alto a questo livello ho da mettere su un po' di massa, leggere meglio le situazioni tattiche sia in attacco che in difesa. Nella metà campo avversaria devo essere più capace a fare un palleggio in meno e trovare il momento giusto per passare la palla, anche oggi ho collezionato delle palle perse banali. Questa sera c’è stato grande supporto dai nostri tifosi che si sono dimostrati un sesto uomo in campo soprattutto quando la partita era ancora in bilico e avevamo bisogno della loro spinta per provare a staccare gli avversari”.

Ciani: "Vittoria importante. Ora lottiamo per i playoff"
UNDER 19 AI PLAYOFF DI C SILVER: BATTUTA LA SERVOLANA