Quarantotto ore dopo l’esordio vincente a Trento, l’Allianz Pallacanestro Trieste tornerà in campo domani, ospitando all’Allianz Dome la Bertram Derthona Tortona nella seconda giornata del Girone D della Supercoppa. Alle 21 si alzerà la palla due di una sfida che si preannuncia complicata con i piemontesi, neopromossi per la prima volta nella propria storia in Serie A1, che non vorranno certo sfigurare nel battesimo ufficiale della stagione. I biancorossi avranno dalla loro però il sostegno del pubblico che, dopo un lungo periodo di assenza, tornerà a far vibrare le tribune dell’Allianz Dome per sostenere i propri beniamini.

Alla viglia del match coach Ciani analizza così gli avversari: “Sarà una partita dall’impatto emotivo particolare. Trieste ritroverà Wright e Sanders, beniamini di questo Palaspor qualche stagione fa e  che vorranno, con una gran prestazione, onorare il ricordo di quegli anni straordinari. Io ritroverò uno dei miei moschettieri, quel Jalen Cannon con cui ho condiviso due anni ad Agrigento. Ci sarà anche Bruno Mascolo che è stato un mio giocatore. Da questo punto di vista sarà un match ricco di sensazioni piacevoli, poi quando si alzerà la palla a due saranno sensazioni spiacevoli perché parliamo di quattro giocatori di grandissima qualità. Questo elemento ci fa già capire come Tortona sia da considerare una protagonista futura assoluta di questo campionato e non la classica neopromossa che impiega un po' a capire i ritmi e  le difficoltà del nostro campionato. Loro sono già pronti per affrontare la Serie A1 con ambizione. Domani sarà un interessante banco di prova”.

Constatata la pericolosità di Tortona Ciani è consapevole di come la sua squadra dovrà proseguire sulla strada tracciata a Trento: “Dovremo essere capaci anche contro Tortona di affrontare con intelligenza situazioni tattiche che sono nuove; cercando inoltre di metabolizzare come farlo all’interno di un sistema di gioco più complesso che stiamo costruendo quotidianamente pezzo per pezzo”.

Uno degli aspetti più interessanti di domani sarà anche il ritorno appunto del tifo sugli spalti: “Sicuramente proveremo una certa emozione a rivedere gli appassionati seduti in tribuna. Per noi la presenza dei nostri tifosi nel secondo match di questo girone rappresenta il primo atto di una nuova avventura da vivere tutti assieme. Abbiamo promesso, fin dai primi giorni di preparazione, di costruire un’identità affettivamente apprezzata. Speriamo che la partita con i piemontesi rappresenti la prima promessa reciproca, tra la squadra e i supporter, di continuare a marciare in questa stagione fianco a fianco con grande entusiasmo”.

Coach Ciani nel post partita: "Vittoria collettiva. Adesso è la cosa più importante"
FINALI NAZIONALI 3X3 FIBA: BIANCOROSSI IMPEGNATI A TREVISO