La Pallacanestro Trieste si presenta alla Vitfrigo Arena affamata di punti, alla ricerca di una vittoria che non solo contribuirebbe pesantemente al raggiungimento dell’obiettivo stagionale, ma che permetterebbe ai ragazzi di coach Legovich di scrollarsi di dosso un periodo non semplice intervallato solo dalla prestigiosa vittoria casalinga con la Virtus Bologna. 

Dopo la trasferta di metà settimana in terra sarda i biancorossi si sono trasferiti in toto a Pesaro per preparare al meglio questa sfida allenandosi sul campo che proprio oggi ospita la 28esima sfida di campionato. Di fronte a loro una squadra in lotta per mantenere un posto nei playoff che non sblocca la classifica dallo scorso 18 marzo nella vittoria sulla Leonessa Brescia e che farà di tutto per ben figurare davanti al suo pubblico. 

Coach Legovich schiera un quintetto inedito con Ruzzier, Bartley, Stumbris, Lever e Terry a cui risponde Repesa con Moretti, Abdur-Rahkman, Charalampopoulos, Kravic e Cheatham. 

Il primo possesso biancorosso è frutto di un rimbalzo di Terry, da cui arrivano i primi due punti di un buon Stumbris che trasforma un rimbalzo offensivo, a cui risponde Moretti da 3 punti. I primi minuti sono un botta e risposta molto equilibrato tra due squadre molto volitive, punteggio sul 7-6 per i padroni di casa dopo 3 minuti di gioco. Trieste trova 4 punti in sequenza con Ruzzier e Terry in due attacchi molto ben costruiti, primo vantaggio per i biancorossi sul 10-9. Fasi molto concitate di gioco con attacchi che si concludono in pochi secondi. Un backdoor di Kravic che porta i padroni di casa sul +5 convince Legovich a chiamare i suoi in panchina per mettere ordine. Minuto che porta alla prima tripla per Trieste messa a segno da Lever, punteggio adesso sul 17-15 per Pesaro. Un alley-oop di Spencer porta Trieste sul 17 pari, minuto per Repesa. Lever dalla linea della carità riporta avanti i suoi sul 19-17. Totè ritocca il punteggio negli ultimi secondi con un 1 su 2 ai liberi. Primi dieci minuti che si chiudono sul 22 a 21 per Pesaro. 

Una lacrima di Ruzzier a inizio della ripresa riporta avanti i suoi, a cui risponde Visconti dalla lunga distanza per poi ritoccare ancora il vantaggio pesarese a +5 dalla media. Trieste è molto lucida in attacco e cuce bene un’azione che porta nuovamente Terry ad accorciare il disavanzo tra le due squadre. Sono già 8 i punti a referto per lui con 6 minuti da giocare nel quarto. Un antisportivo di Tambone su Bartley porta il play in lunetta che realizza entrambi i liberi a disposizione. 31 a 28 per la Carpegna Prosciutto a metà del secondo quarto. Una tripla di tabella dello stesso Bartley e un suo tiro dalla media riportano i triestini avanti sul +2 con 4 minuti ancora sul cronometro. Un minibreak di Pesaro obbliga Legovich a chiamare minuto quando la sua squadra torna sotto di 4 lunghezze. Due triple in sequenza di Cheatham e due contropiedi di Pesaro fanno segnare il massimo vantaggio per i padroni di casa sul 44-35. La prima metà di gara si chiude su una tripla dall’angolo di Lever che riduce il gap a 6 punti da recuperare sul 46 a 40. 

Lever riprende da dove aveva finito e mette a segno il suo decimo punto della gara (saranno 24 a file partita ndr) riportando i suoi a -4. Moretti da tre punti riporta a 7 il distacco tra le due squadre a favore di Pesaro. Delfino dalla lunga fa segnare il massimo vantaggio sul 57 a 47. Lever si conferma in serata e ritocca sotto la doppia cifra il vantaggio dei padroni di casa sfruttando un back-door di Bartley. Il nativo di Baton Rouge si accende e con 5 punti in sequenza riporta i biancorossi sul -3 con 3 minuti ancora da giocare. Un and 1 di Lever su un tiro da tre punti porta il punteggio sul 59 a 58 per Pesaro. Anche Stefano Bossi si conferma in serata e colpisce da 3 punti permettendo a Trieste di tornare avanti sul +2. Ultimo minuto che vede Moretti condurre i marchigiani sul +1 con un fallo e vale da due. Punteggio sul 64-63 dopo mezz’ora di gioco. 

Primo possesso per i biancorossi che conquistano due rimbalzi offensivi pesantissimi (9 fino a questo momento) che portano a altri due punti di Lever. Kravic risponde con una schiacciata a rimorchio e che poi favorisce un gioco da tre punti del solito Moretti. Pesaro torna a 4 lunghezze di vantaggio. Visconti prova l’ennesima fuga dei padroni di casa colpendo da 3 punti, marchigiani nuovamente sul +8 che diventa +10 grazie a Daye. Minuto per Pallacanestro Trieste, ma al rientro in campo l’inerzia della partita non pare cambiare e Pesaro tocca il massimo vantaggio sul +13. I due go to guy di Trieste Lever e Bartley ricuciono a 9 i punti da recuperare a 3 minuti e mezzo dalla fine della partita. Pesaro tiene ancora a distanza gli ospiti e a 2 minuti al termine comincia a giocare con il cronometro. Trieste non riesce a incidere e non concretizza la rimonta. Punteggio finale di 94 a 83 per Pesaro.

 

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO – PALLACANESTRO TRIESTE 94-83 

Pallacanestro Trieste: Bossi 7, Spencer 4, Deangeli 0, Ruzzier 7, Campogrande 1, Vildera 0, Stumbris 4, Bartley 22, Lever 24, Terry 10. 

Allenatore: Legovich. 

Assistenti: Maffezzoli, Vicenzutto.

 

Carpegna Prosciutto Pesaro: Abdur-Rahkman 7, Cheatham 11, Moretti 20, Kravic 17, Charalampopoulos 6, Totè 3, Visconti 8, Tambone 6, Delfino 5, Daye 8, Stazzonelli ne.

Allenatore: Repesa 

Assistenti: Savignani B. - Pentucci L.

 

Parziali: 22-21, 24-19, 18-23, 30-20

Progressivi: 22-21, 46-40, 64-63, 94-83

 

Arbitri: Begnis R. - Perciavalle A. - Valleriani D.

LE PAROLE DI COACH VICENZUTTO ALLA VIGILIA DEL MATCH CON PESARO
LEGOVICH NEL POST PARTITA: "COMBATTEREMO FINO ALLA FINE"